1. Diese Seite verwendet Cookies. Wenn du dich weiterhin auf dieser Seite aufhältst, akzeptierst du unseren Einsatz von Cookies. Weitere Informationen

E' il giorno di Inter-Juventus

Dieses Thema im Forum "Calcio" wurde erstellt von FORZA-MILAN, 3. Oktober 2010.

  1. FORZA-MILAN
    Offline

    FORZA-MILAN Ist gelegentlich hier

    Registriert:
    11. Juni 2009
    Beiträge:
    30
    Zustimmungen:
    7
    Punkte für Erfolge:
    0


    S. Siro si illumina per la supersfida




    Siamo al count-down. Inter-Juve è pronta per entrare nel vivo e a illuminare la serata di San Siro chiudendo la 6.a giornata di campionato. I bianconeri ritrovano Amauri che partirà dal primo minuto con Iaquinta. Benitez, invece, lascia a casa Samuel e Pandev e ripropone Biabiany con Sneijder ed Eto'o. Milito sarà il centravanti. Al Meazza niente tutto esaurito. L'Inter deve vincere per riprendersi la vetta, la Juve per agganciare i nerazzurri.



    DOMENICA 3 OTTOBRE

    CONFERMATI GLI SCHIERAMENTI
    A meno di novità dell'ultima ora dovrebbero essere confermate le formazioni della vigilia di Inter e Juventus. Benitez si affida a Milito nonostante il periodo di scarsa brillantezza. Biabiany agirà nel tridente alle spalle dell'argentino. In difesa Cordoba al posto di Samuel. Delneri risponde con Iaquinta e Amauri in attacco e lascia fuori Del Piero. A centrocampo Aquilani e Felipe Melo. Ecco le probabili formazioni:


    Dieser Link ist nur für Mitglieder!!! Jetzt kostenlos Registrieren ?

    :
    Julio Cesar; Maicon, Lucio, Cordoba, Chivu; Stankovic, Cambiasso; Biabiany, Sneijder, Eto'o; Milito
    A disposizione: Castellazzi, Mariga, Santon, Muntari, Materazzi, Coutinho, Obi. All.: Benítez
    Squalificati: nessuno
    Indisponibili: Materazzi, Thiago Motta, Zanetti, Nwankwo, Rivas, Samuel, Pandev

    Dieser Link ist nur für Mitglieder!!! Jetzt kostenlos Registrieren ?

    :
    Storari; De Ceglie, Bonucci, Chiellini, Grygera; Krasic, Felipe Melo, Aquilani, Pepe; Iaquinta, Amauri.
    A disposizione: Manninger, Legrottaglie, Motta, Sissoko, Marchisio, Del Piero, Quagliarella. All.: Delneri

    Dieser Link ist nur für Mitglieder!!! Jetzt kostenlos Registrieren ?



    SABATO 2 OTTOBRE

    Dieser Link ist nur für Mitglieder!!! Jetzt kostenlos Registrieren ?


    Dieser Link ist nur für Mitglieder!!! Jetzt kostenlos Registrieren ?




    I CONVOCATI DELLA JUVENTUS
    Questi i ventuno convocati di Delneri per il posticipo contro l'Inter:
    Portieri: 13 Manninger, 30 Storari, 31 Costantino
    Difensori: 2 Motta, 3 Chiellini, 19 Bonucci, 21 Grygera, 29 De Ceglie, 33 Legrottaglie

    Centrocampisti: 4 Felipe Melo, 5 Sissoko, 8 Marchisio, 14 Aquilani, 20 Lanzafame, 23 Pepe, 25 Martinez, 27 Krasic
    Attaccanti: 9 Iaquinta, 10 Del Piero, 11 Amauri, 18 Quagliarella
    I CONVOCATI DELL'INTER
    Questi i venti convocati di Benitez per il posticipo contro la Juve:
    Portieri: 1 Julio Cesar, 12 Luca Castellazzi, 21 Paolo Orlandoni
    Difensori: 2 Ivan Cordoba, 6 Lucio, 13 Maicon, 23 Marco Materazzi, 26 Cristian Chivu, 39 Davide Santon Centrocampisti: 5 Dejan Stankovic, 10 Wesley Sneijder, 11 Sulley Muntari, 17 MacDonald Mariga, 19 Esteban Cambiasso, 20 Joel Obi, 29 Coutinho, 30 Amantino Mancini
    Attaccanti: 9 Samuel Eto'o, 22 Diego Milito, 88 Jonathan Biabiany


    CALCIOPOLI: "FACCHETTI CHIESE COLLINA PER INTER-JUVE"
    Durante il processo di Calciopoli a Napoli, ripreso dopo la pausa estiva, il perito del tribunale ha fatto chiarezza su un colloquio tra Giacinto Facchetti e Paolo Bergamo alla viglia di Inter-Juve del 28 novembre 2004. "Metti Collina", ha detto lo scomparso presidente nerazzurro.
    DELNERI VERSO LA PANCHINA 300
    Quella contro l'Inter a San Siro sarà la panchina numero 300 per Gigi Delneri, che festeggia così questo traguardo molto importante in Serie A sul palcoscenico più prestigioso.
    LA RASSEGNA STAMPA
    Gazzetta dello Sport: "Stankovic: segno, vinciamo e così si capirà chi comanda". "Krasic: quando gioco danzo come Michael Jackson". "Stankovic-Juve, Krasic e Milano: incroci mancati". "Rafa, sorridi. Juve in arrivo, tutti la vogliono". "Delneri gioca gli assi pesanti: Iaquinta-Amauri".
    Tuttosport: "Chiellini: non andrei mai all'Inter". "Senijder: gli manca solo il gol alla Juve". Krasic: "Contro l'Inter sarò concreto". "Sissoko: solo Juve. Per il momento...". "Iaquinta, aria d'impresa". "L'Inter risponde con super Eto'o". "Benitez-Delneri style". "In difesa l'esame è doppio". "Maicon prova a ripetersi".
    Corriere dello Sport: "Il resto del mondo contor il made in Italy". "San Siro, fortuno dell'Inter". "Amauri: spero proprio di entrare a San Siro".

    VENERDI' 1 OTTOBRE
    DELNERI: "HO GIA' BATTUTO L'INTER"
    ''Ho battuto l'Inter anche prima che arrivasse Mourinho''. Luigi Delneri arriva a Inter-Juventus con una tradizione di 'bestia nera' per il nerazzurro targato Mourinho, ma ricorda di avere avuto precedenti favorevoli anche senza il tecnico portoghese: ''Nella mia carriera avevo già perso, pareggiato, ma anche vinto coi nerazzurri''. Domenica a S. Siro sarà comunque una Juve ''a viso aperto, che vuole giocarsi le sue chance e fare un'ottima figura''.

    MORATTI ASSENTE: E' A NEW YORK
    Massimo Moratti
    , fuso orario permettendo, si godra' Inter-Juventus in televisione da New York, dove si celebrera' il matrimonio di una delle figlie. Dopo il recente battibecco a distanza sullo scudetto del 2006 non ci sara' dunque nessun incrocio con il presidente bianconero Andrea Agnelli che invece domenica sera sara' in tribuna al "Meazza" con il resto della dirigenza juventina. E la tribuna d'onore, come di consueto per questo appuntamento, si annuncia ricca di tifosi famosi, dell'una e dell'altra squadra. In genere non mancano personaggi dello spettacolo e della politica, come i ministri La Russa e Matteoli, nerazzurro il primo, juventino l'altro. Attesi anche il presidente di Pirelli Marco Tronchetti Provera, che dell'Inter e' consigliere d'amministrazione e sponsor, e di solito tifa nerazzurro pochi posti distante dall'ex amministratore delegato di UniCredit Alessandro Profumo

    ALLARME IN DIFESA PER RAFA BENITEZ

    Conto alla rovescia per Inter-Juventus, in programma domenica alle 20.45, 'prima' assoluta per Benitez e Delneri, escludendo le amichevoli d'estate. I Campioni d'Italia affrontano il problema difesa: per un Julio Cesar e un Lucio probabilmente recuperabili, Samuel (risentimento alla coscia) e Materazzi (stiramento al bicipite femorale) sono in forte dubbio. Zanetti ancora ai box, mentre venerdì si decide per Pandev e Milito. Juve: unico dubbio Amauri. Per ora l'oriundo ha evitato di forzare in allenamento e il suo piede destro è rimasto protetto da una robusta fasciatura. Tuttavia Delneri ha le idee chiare: finché c'è anche una sola piccola speranza di vedere Amauri in campo, il tecnico non vorrebbe rinunciare ad un attacco 'di peso' formato dall'italo-brasiliano e da Iaquinta. A ciò, va ad aggiungersi una linea mediana particolarmente offensiva, con Pepe e Krasic avanzati. E Del Piero? Nel caso in cui Amauri non riuscisse a recuperare, è pronto un 4-3-1-2 col capitano alle spalle di Quagliarella e Iaquinta.
    AMAURI: "L'INTER NON E' IMBATTIBILE"
    Amauri è convinto che domenica la Juve a Milano può dire la sua: "La gara con l'Inter è il derby d'Italia e speriamo di fare bene, sapendo di averne le possibilità. L'Inter è forte, ha cambiato solo allenatore e Benitez è un gran tecnico. In questo momento Eto'o sta facendo la differenza e in Champions League hanno giocato una bella partita, ma non sono imbattibili". Il brasiliano non sa ancora se sarà protagonista: "Ce la metterò tutta per essere in campo, perché è una partita che non vorrei perdere. Se non sarà possibile farò un gran tifo per i miei compagni. La condizione migliora e ho iniziato a fare i test per vedere come reagisce la caviglia. L'infortunio è stato brutto, ma meno grave di quello che sembrava inizialmente. Sono stato fortunato, perché mi sarei potuto fare davvero male. Domani sosterrò gli ultimi test e poi valuteremo la situazione".
    CORDOBA: "DERBY D'ITALIA? SERIE B UN LORO HANDICAP"
    Ivan Ramiro Cordoba, tornato indispensabile nell'Inter a causa dei continui acciacchi dei suoi compagni di reparto, rispetta la Juventus alla vigilia di un grande match: "Sono arrivato a Milano in un momento complesso: ho vissuto periodi dolorosi, ma anche periodi particolarmente felici. L'anno scorso potevo andare al Manchester City, ma parlando con la società ho capito che potevo essere ancora importante per il gruppo". Su Benitez: "Il suo lavoro comincia a vedersi, anche se non siamo ancora l'Inter migliore". Inter-Juventus è ancora il derby d'Italia? "Loro sono stati in B. E questo è un handicap".
    AGNELLI AI TIFOSI: "DOVREMO ESSERE LEALI CON L'INTER"
    "Tra poche ore si aprirà il palcoscenico su una partita che da sempre racchiude gran parte della storia del calcio. Una storia per noi juventini fatta di passione e molto spesso di vittorie, tutte meritate sul campo. Le chiacchiere degli ultimi mesi hanno contribuito ad alzare i toni, mescolando spesso i ruoli". Ecco uno stralcio della lettera che il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, ha indirizzato ai suoi tifosi in vista del big match di San Siro: "Un tempo che dura da 113 anni e continuerà anche dopo questi novanta minuti, nei quali tutti dovremo essere tifosi leali per poi tornare al nostro lavoro: la Juventus continuerà a farlo nelle sedi competenti perché le ragioni di tutti siano ascoltate e valutate con pari dignità. Forza Juve".

    3 ottobre 201009:22
     
    #1

Diese Seite empfehlen