1. Diese Seite verwendet Cookies. Wenn du dich weiterhin auf dieser Seite aufhältst, akzeptierst du unseren Einsatz von Cookies. Weitere Informationen

Ancora in pista senza Ducati Yamaha fa le prove di 2013

Dieses Thema im Forum "Moto GP" wurde erstellt von mariomoskau, 28. August 2012.

  1. mariomoskau
    Offline

    mariomoskau Elite Lord Supporter

    Registriert:
    26. Januar 2010
    Beiträge:
    5.133
    Zustimmungen:
    4.515
    Punkte für Erfolge:
    113
    Ancora in pista senza Ducati
    Yamaha fa le prove di 2013


    Test della MotoGP a Brno. Jorge Lorenzo prova la moto per l'anno prossimo ma la boccia: "Non abbiamo trovato lati positivi e il telaio verrà evoluto". La rossa proverà a Misano e intanto fa la corte a Spies


    La MotoGP non si ferma. Dopo due GP di fila, in diversi continenti - a Indianapolis, Usa, ha fatto seguito Brno, Repubblica Ceca - ancora un giorno di test, senza la Ducati, che va invece in pista domani e mercoledì a Misano con Valentino Rossi. Intanto per la rossa è praticamente certo l'arrivo di Ben Spies per il team satellite.

    [​IMG]
    Jorge Lorenzo, 25 anni, leader del Mondiale. Reuters

    PROVE DI 2013 — I giapponesi non si fermano, anche se le loro moto sembrano ad altissimo livello. E addirittura la Yamaha ha fatto debuttare la M1 per il 2013 (con il motore ancora al primo stadio di sviluppo). Ma Jorge Lorenzo (3° nella lista dei tempi), leader del Mondiale con 13 punti di margine su Dani Pedrosa, non è stato troppo ottimista sulle sue qualità: "Non abbiamo trovato lati positivi e il telaio verrà evoluto in base a questa prova". Lo spagnolo ha anche lavorato sulla moto attuale, modificando la forcella per ottenere più stabilità in frenata. Il vincitore di domenica Pedrosa, che ieri è rimasto nei tempi dietro il connazionale, ha lavorato per migliorare la moto attuale, che poi è già la 2013. Accanto aveva Jonathan Rea, di provenienza Superbike, arrivato direttamente da Mosca per sostituire Casey Stoner infortunato, ma il debutto è stato difficile con un 9° tempo a oltre 3" dai migliori. Che sono stati i due piloti "satellite" Yamaha Cal Crutchlow e Andrea Dovizioso, separati da 1 decimo, con l'italiano in pista soltanto per mezza giornata. Infine un ritorno-show, per Loris Capirossi, dopo il ritiro dello scorso anno, capace in soli 6 giri di girare con la Honda Gresini di Bautista in 2'00"411, un tempo ottimo, che non sfigurerebbe contro i piloti titolari: "Un divertimento assoluto", ha commentato dopo aver girato anche con le Crt Suter, Bqr e Honda.
    gazzetta.it

     
    #1
    meister85 gefällt das.

Diese Seite empfehlen