1. Diese Seite verwendet Cookies. Wenn du dich weiterhin auf dieser Seite aufhältst, akzeptierst du unseren Einsatz von Cookies. Weitere Informationen

Todt: «Tasse più alte per i team più ricchi»

Dieses Thema im Forum "Formula 1" wurde erstellt von mariomoskau, 7. November 2012.

  1. mariomoskau
    Offline

    mariomoskau Elite Lord Supporter

    Registriert:
    26. Januar 2010
    Beiträge:
    5.135
    Zustimmungen:
    4.516
    Punkte für Erfolge:
    113
    Todt: «Tasse più alte per i team più ricchi»

    Il presidente della Fia sostiene l'aumento dell'iscrizione e ha fiducia nel nuovo Patto della Concordia

    [​IMG]

    PARIGI - Qualcuno ha storto il naso, ma la sostanza è che i ricchi della Formula 1 devono pagare di più. E' quanto ha spiegato Jean Todt, presidente della Federazione internazionale dell'automobile, sull'aumento dell'iscrizione al mondiale. Dalla prossima stagione la scuderia campione del mondo dovrà versare mezzo milione di dollari (circa 386.000 euro) rispetto ai 300.000 attuali, più altri 6.000 dollari (4.635 euro) per ogni punto conquistato nel Mondiale costruttori 2012. Tutti gli altri team dovranno versare una base da mezzo milione di euro, più 5 mila dollari a punto. «In totale si tratta di circa 750.000 euro, più o meno 1 milione di dollari - dice Todt al magazine Autosport - I team più piccoli pagheranno meno, al massimo 800.000 dollari». Con la novità, «i team più grandi, con le entrate maggiori, pagheranno di più. In ogni paese democratico si pagano le tasse in base a quanto si guadagna. In questo modo si ricaverà il 30% in più».


    EQUILIBRIO ED EFFICIENZA Todt ha anche parlato del nuovo Patto della Concordia, che secondo lui consentirà di gestire tutto il sistema con più equilibrio ed efficienza. La firma per varare l'accordo che regolamenterà la la F1 2013 al 2020 dovrebbe arrivare in tempi brevi. Il nuovo 'agreement' dovrebbe rendere più snelle le procedure destinate a introdurre novità regolamentari. In particolare, l'intesa dovrebbe portare alla creazione di uno 'Strategy Working Group' formato da 18 persone: 6 rappresentanti dei team (Ferrari, McLaren, Red Bull, Mercedes, Williams e la squadra meglio piazzata nel Mondiale costruttori), 6 membri della Fia e 6 della Formula One Management, la società che detiene i diritti commerciali. L'organismo valuterà eventuali variazioni regolamentari che verranno approvate a maggioranza semplice e poi trasmesse alla F1 Commission, alla quale parteciperanno i 6 team già presenti nello 'Strategy Group', un delegato della Fia, uno della Fom, 6 organizzatori dei Gp e un rappresentante dei produttori di motori.
    cds
     
    #1

Diese Seite empfehlen