1. Diese Seite verwendet Cookies. Wenn du dich weiterhin auf dieser Seite aufhältst, akzeptierst du unseren Einsatz von Cookies. Weitere Informationen

Sharing con il DM 500+ con 3 Clienti in casa

Dieses Thema im Forum "OScam (Italiana)" wurde erstellt von Dolcezeus, 1. Juni 2010.

  1. Dolcezeus
    Offline

    Dolcezeus Newbie

    Registriert:
    1. Juni 2010
    Beiträge:
    4
    Zustimmungen:
    0
    Punkte für Erfolge:
    0
    Salve a tutti, questa è la mia prima richiesta e vi ringrazio anticipatamente per tutte le risposte, sto leggendo da settimane forum e guide ma non faccio che rimanere sempre più dubbioso, vorrei che qualcuno di buona volontà facesse il punto della situazione per una prima installazione di un DM500+ e card******* su sky tra le tre televisioni del mio appartamento, ho acquistato il DM500+ da 10 giorni e tutt'oggi è ancora chiuso in scatola, prima di smanettarci voglio capire.
    Vi prego aiutatemi.
     
    Zuletzt von einem Moderator bearbeitet: 3. Juni 2010
    #1
  2. phantom

    Nervigen User Advertisement

  3. speedychamp
    Offline

    speedychamp Ist gelegentlich hier

    Registriert:
    28. Februar 2009
    Beiträge:
    81
    Zustimmungen:
    41
    Punkte für Erfolge:
    0
    AW: Punto della situazione

    beh su tre tv avrai un segnale anche senza share il fatto e che possiedi un unico decoder cosi anche tuner non ce bisogno dello share anzi piu una centarlina a/v che ti spari il segnale video audio nelle diverse tv .



    per poi potere fare zapping liberamente con ogni televisore o rispetiva stanza ti servono altri due decoder che abbiano anche un cavo che li porta all antenna che non sia motorizata perche se poi stanza uno vede hottbird stanza due vuole astra ci sar guerra hehehe l antenna si sposta e amen .

    dovresti prima di tutto leggerti le cose piu semplici del sat io sull miop sito ci sono molte guide mi sa che non ne hai letto nemmeno una o non ti sei sforzato di capire devi sapere che aiutare la gente e rispondere sempre le stesse cose ad ognuno diventa scocciante .

    come lo e per te leggere percio se te che vuoi risolvere noio abbiamo gia risolto in passato legendo provando e riprovando solo cosi si impara per davvero .

    allora ripeto per fare share ci vogliono diversi decoder

    tre televisori tre decoder dream o altri su base linux che abbiano funzionalita cliente meglio ancora server .


    la marca migliore e piu supportata e la dream .

    possono anche essere usati decoder modelli vecchi e forse nell salotto un hdtv modello .

    nelle altre stanze un modello vecchio tipo 500s costano sulle 60 euri al momento sono cloni .

    o un dm 100 modificato con quello pero sei solo cliente cioe ricevi solo share .

    nell salotto metterei un dm 800 che fara sia da server o eventuale client .


    come poi cfg il tutto .

    ce scritto um milione di post nei vari siti e inutile che riscriva io qua
    tutta da capo leggi trova i file gia pronti immessi in rete li ci sono solo poche modifiche personali da fare e gia cammina cio che vuoi ciao e buona fortuna .
     
    #2
  4. Dolcezeus
    Offline

    Dolcezeus Newbie

    Registriert:
    1. Juni 2010
    Beiträge:
    4
    Zustimmungen:
    0
    Punkte für Erfolge:
    0
    AW: Punto della situazione

    Grazie della risposta ma la situazione si evoluta un pochino... parlandone con degli amici mi hanno chiesto di fare share anche con loro quindi vorrei mettere su un server linux cccam, ma non sò proprio da dove iniziare:
    1-che distro usare?
    2-quale lettore di smartcard?
    3-come si attiva una nuova card cielo nds3?
     
    #3
  5. [-SONIC-]
    Offline

    [-SONIC-] Chef Mod

    Registriert:
    22. August 2009
    Beiträge:
    1.872
    Zustimmungen:
    720
    Punkte für Erfolge:
    113
    Ort:
    Planet Erde
    AW: Punto della situazione

    Ciao

    Dieser Link ist nur für Mitglieder!!! Jetzt kostenlos Registrieren ?

    .

    Ti prego la prossimo volta, di scegliere un Nome per il Thread piu adeguato a quello ke scrivi, dato ke con "punto della Situazione" non ci si puo inmagginare niente, dato ke molti User, usano (come dovrebbero) la "ricerca" del Forum! Ora lo cambiato io...

    Poi dato ke stiamo andando sull Thema Sharing, sposto il Thread nella Sezione Sharing.
    Ogniuno e padrone di fare quell ke vuole, ma non ce bissogno di scriverlo cosi publicamente ;-) (solo un cosiglio)...

    Sull Thema, come vedo non ai ancora nessun informazione sull Sharing. Cioe, e inuitle ora farti leggere dele Config per Oscam e / o CCcam, se ancora non sai sicuramente cosa e una DynDns, come si installa il Smargo etc!...Ti consiglio prima di leggerti un po qui nel Forum (e anke nella sezione Tedesca del Forum). Se ai altre domande, ti aiutiamo!
     
    #4
  6. Dolcezeus
    Offline

    Dolcezeus Newbie

    Registriert:
    1. Juni 2010
    Beiträge:
    4
    Zustimmungen:
    0
    Punkte für Erfolge:
    0
    AW: Sharing con il DM 500+ con 3 Clienti in casa

    grazie Sonic in special modo per la pazienza ma contributi in italiano? ho letto e sto leggendo ma mi servirebbe qualcosa di definito del tipo come mettere su un server funzionante al 100% per cielo...
     
    #5
  7. seppel11
    Offline

    seppel11 Meister

    Registriert:
    15. Dezember 2007
    Beiträge:
    864
    Zustimmungen:
    93
    Punkte für Erfolge:
    0
    Ort:
    Daheim
    AW: Sharing con il DM 500+ con 3 Clienti in casa

    allora inizia a aprire il cartone e mettere un bell gemini che mi sempra il piu facile da iniziare.

    Per iniziare procura seguenti programmi troverai quasi tutto in questo bello forum.

    - Gemini Projekt <<< software per la 500+
    - Dream Up
    - Notepad++
    - DCC Dreambox Control Center
    - cavo RS 232 nullmodemkabel
    - Fai una dyndns in caso che voi fare cs fuori casa

    poi se ai una card nuova 093b non la inserire nel box che la frigge, in questo caso ti consiglio un bloccer che va una meraviglia.
    poi fare ance una modifica di antifrittura

    vedi sul retro della card
    0001 = 0919
    0002 = 093b
     
    Zuletzt bearbeitet: 4. Juni 2010
    #6
  8. indo
    Offline

    indo Guest

    AW: Sharing con il DM 500+ con 3 Clienti in casa

    potresti incominciare da

    Dieser Link ist nur für Mitglieder!!! Jetzt kostenlos Registrieren ?


    prima, come mettere su un imagine (software)
    secondo, come collegare il tuo 500 alla ADSL
    terzo, come mettere un setting.

    Poi torni qui che il resto qualcuno si trova che ti da una mano.

    Rigurdo alle tre stanze e tre ricevitori, prima impara a capire con uno per una stanza.
     
    #7
  9. Dolcezeus
    Offline

    Dolcezeus Newbie

    Registriert:
    1. Juni 2010
    Beiträge:
    4
    Zustimmungen:
    0
    Punkte für Erfolge:
    0
    AW: Sharing con il DM 500+ con 3 Clienti in casa

    Grazie di cuore ma la discussione si è spostata su la messa on-line di un server ubuntu/debian visto che ho deciso di sharare cn altri amici. per questo vi chiedo se ci sono contributi del tipo:
    installare cccam su ubuntu
    far funzionare un nds3
    quale lettore (antifrittura) di card comprare e come settarlo in liunx?
     
    #8
  10. alberto7
    Offline

    alberto7 Chef Mod

    Registriert:
    26. Oktober 2008
    Beiträge:
    793
    Zustimmungen:
    582
    Punkte für Erfolge:
    93
    Ort:
    Weil am Rhein
    AW: Sharing con il DM 500+ con 3 Clienti in casa


    Installazione CCcam su ubuntu passo passo
     
    Installeer SSH:
    sudo apt-get install openssh-server
    ( Con il programma Putty.exe e' possibile eseguire le successive operazioni anke in ambiente win con la possibilita' di lavorare in remoto sul vostro pc ubuntu cosi da poterlo scollegare di monitor ecc,ecc)
    Login als root:
    sudo –s
    Inserisci la tua password e vedrete che vi trovate di root.
    Aggiuntivi source.list:
     
    pico /etc/apt/sources.list
    Rimuovere i segni # davanti alle voci ke iniziano x deb:
    #deb ... .... ...
    deb..........
    salvare con ctrl x dare conferma "S" o "Y" (dipende dalla lingua di installazione)
    Aggiornare la sources.list:
    apt-get update
    Installare un server FTP:
    apt-get install proftpd
    (durante l installazione dare tutto di default)
    (Con totalcommander (consiglio questo ma vanno bene anke altri client ftp) e' possibile in ambiente win lavorare sul vostro pc ubuntu)
    Crea le cartelle per i vari CCcam:

    mkdir /var/keys
    mkdir /var/etc
     
    Cambiare la directory (da root al proprio nome utente):

    chown iltuousername /var/keys
    chown iltuousername /var/etc
    chown iltuousername /usr/local/bin
    (questa operazione va fatta per ogni cartella ke vorremo lavorare con il client ftp)
    Adesso abbiamo completato la base per inserire i nostri file e passiamo al secondo passaggio:
    Carichiamo con il cliente ftp i seguenti file:
     
    CCcam.x86 in /usr/local/bin
    CCcam.cfg, CCcam.channelinfo, CCcam.providers, ecc,ecc in /var/etc
    Diamo diritti 755 alla CCcam.x86:
     
    chmod 755 /usr/local/bin/CCcam.x86
     
    Diamo il lancio automatico della CCcam al (re) boot.
     
    pico
    /etc/rc.local
    inseriamo la seguente riga:
     
    /usr/local/bin/CCcam.x86
    salvare con ctrl x dare conferma "S" o "Y" (dipende dalla lingua di installazione)
    Bene abbiamo finito!
    Adesso controlliamo se la CCcam gira e inviamo il comando /usr/local/bin/CCcam.x86 -dv & ke possiamo semplificare anke con CCcam.x86 -dv & .. ... ... .. se la Cam funziona vedremo i vari processi... ...

    Comandi Utili:
    Cambio Password:.
    login: *****
    password:******
    passwd nomelogin
    vecchia password
    nuova password
    conferma nuova password
    Timer stop/start CCcam:.
    crontab -e
    inserire:
    31 15 * * * killall -9 /usr/local/bin/CCcam.x86 #arresto cam
    32 15 * * * rm /tmp/*.* # Cancellazione file tmp
    33 15 * * * /usr/local/bin/CCcam.x86 -dv & #avvio cam
    (nell esempio i vari comandi vengono lanciati alle 15.31,15.32,15.33 Come potrete notare l'oraio e' invertito..Fare attenzione)
     
    # Esempio
    01 * * * * comando
    02 4 * * * comando
    22 4 * * 0 comando
    42 4 1 * * comando

    Il primo è associato ad eventi orari (eseguiti nel primo minuto di ogni ora)
    Il secondo è associato ad eventi giornalieri (eseguiti alle ore 4:02 di ogni giorno)
    Il terzo è associato ad eventi settimanali (eseguiti alle 4:22 di ogni domenica)
    L'ultimo è associato ad eventi mensili (eseguiti alle 4:42 nel primo giorno di ogni mese).

    minuti | 0-59
    ore | 0-23
    giorno | 1-31
    mese | 1-12
    giorno della settimana | 0-7 (0 & 7 indicano la domenica)
     
     
    Velocizzare la navigazione in Ubuntu: IPv6, DNS, IP statici:.
    A volte può capitare che la navigazione web non funzioni, vada a singhiozzi o sia lenta. Vediamo qualche piccolo trucco che spesso risolve la maggior parte dei problemi.
    Disabilitare IPv6
    Ottimizzare i DNS
    Impostare IP statici
    1) DISABILITARE IPV6
    Ubuntu ha il supporto nativo per IPv6, ma dato che ancora è inutilizzato nella stragrande maggioranza dei router e delle reti, spesso si rivela inutile.
    Anzi, a volte può causare rallentamenti e problemi.
    Disabilitare il supporto a ipv6 è facile non comporta alcun rischio.
    Aprire il file /etc/modprobe.d/aliases
    sudo gedit /etc/modprobe.d/aliases
    Cercare la riga
    alias net-pf-10 ipv6
    e sostituitela con
    alias net-pf-10 off #ipv6
    Inserire sotto quest’ultima, anche la riga seguente:
    alias ipv6 off
    Salvate il file e chiudete.
    Adesso mettiamo in blacklist il modulo ipv6:
    sudo gedit /etc/modprobe.d/blacklist
    inserire in fondo al file di testo la seguente riga:
    blacklist ipv6
    Salvate e chiudete pure questo file.
    Ultimo passo: disabilitare ipv6 in Firefox.
    Aprire Firefox e digitare about:config nella barra degli indirizzi.
    Cercate la chiave network.dns.disableIPv6 e cambiatene il valore da FALSE a TRUE.
    2) OTTIMIZZARE I DNS
    A volte i problemi di caricamento delle pagine dipendono dalle impostazioni dei DNS.
    Aprite il file /etc/resolv.conf
    sudo gedit /etc/resolv.conf
    e modificatelo cosi:
    nameserver 208.67.222.222
    nameserver 208.67.220.220
    nameserver 192.168.1.1
    Nelle prime 2 righe ho inserito i DNS di OpenDNS, che sono gratuiti e veloci. Nell’ultima riga ho inserito l’indirizzo IP del router/modem. Cambiatelo con il vostro, nel caso sia diverso.
    A questo punto possiamo fare in modo che il resolv.conf non venga modificato in automatico da qualche applicazione, script o DHCP. Basta il comando:
    sudo chattr +i /etc/resolv.conf
    Nota: se in ...uro vorrete rimodificare tale file, dovrete prima eseguire il comando
    sudo chattr -i /etc/resolv.conf
    Nota 2: il comando chattr +i è stato testato solo col filesystem EXT3.
    3) IMPOSTARE IP STATICI
    Un altro modo per velocizzare il caricamento delle interfacce di rete è quello di disabilitare il DHCP e impostare IP fissi per tutte le schede.
    Aprite il file /etc/network/interfaces
    sudo gedit /etc/network/interfaces
    E come prima cosa date una "ripulita", ovvero cancellate tutte le interfacce che non esistono sul vostro computer, oppure che non utilizzate. Per esempio se utilizzate solo la connessione via Ethernet, lasciate solo le interfacce lo e eth0.
    Se utilizzate anche periferiche wireless, lasciate attive solo quelle che vi servono (per esempio potrebbero essere eth1, wlan0, rausb0 ecc).
    Esempio: utilizzo solo la connessione di rete eth0
    auto lo
    iface lo inet loopback
    iface eth0 inet static
    address 192.168.1.2
    netmask 255.255.255.0
    gateway 192.168.1.1
    network 192.168.1.0
    auto eth0
    Impostando indirizzi statici al posto del dhcp, avremo una diminuzione del tempo di configurazione (per esempio all’avvio del sistema) perchè non ci sarà bisogno di richiedere un indirizzo dinamico al DHCP server del vostro modem / router.
    Tutto quello che c’è da fare è cambiare la parola dhcp in static, come potete vedere nell’esempio precedente, e inserire i parametri della connessione, ovvero:
    indirizzo ip, netmask (di solito va bene quella dell’esempio), gateway (indirizzo del vostro modem/router) e network (ovvero l’indirizzo IP del gateway con uno 0 finale, nel caso della netmask d’esempio).
    la riga auto eth0 significa che la nostra interfaccia sarà attivata e configurata automaticamente all’avvio del sistema. Se volte che cioò non accada (per esempio perchè volete attivarla manualmente) basta commentare tale riga
     
    Controlli processi pc (ram ecc,ecc) :
    Installazione htop:
    apt-get install htop
    Code:
    htop
     
    Controlli network:
     
    installazione nload:
    apt-get install nload
    Code:
    nload
    NO IP Client per aggiornamento automatico DNS:
    apt-get install no-ip
    Configurazione:
    code:
    no-ip -C
    Seguire i passaggi di configurazione
    Il programma di aggiornamento sta facendo il suo lavoro per la X minuti che si indica nel passaggio
    NO-IP si riavvia automaticamente al boot
     
    DynDNS Client per aggiornamento automatico DNS:

    apt-get install ddclient
    Configurazione:
    Code:
    pico /etc/ddclient.conf
    Allinterno troverete:
    protocol=dyndns2
    use=web
    login=mylogin
    password=mypassword
    myhost.dyndns.org

    DynDNS si riavvia automaticamente al boot.
     
     
    Piccola precisazione ma molto importante:
    In linux il 99.9% delle operazioni vanno eseguite in ambiente root per far questo si deve digitare il comando sudo -s e inserire la password da voi inserita, quando installerete ubuntu date sia user ke password durante l installazione, altrimenti programmi come ssh nn funzionano perke necessitano di password... Detto questo bhe rimane ben poco da dire se nn buon divertimento sulla vostra macchina linux


    CCcam SERVER su UBUNTU 8.10

    Preparo dal bios della mainboard il riavvio automatico in caso di mancanza corrente, in modo tale che il server Cccam possa ripartire in automatico anche in questo caso.
    In fase d’installazione di Ubuntu do la spunta su abilita accesso automatico, o altrimenti dopo l’installazione, devo andare in: Sistema->Amministrazione ->Finestra di Accesso,
    Nella sezione Sicurezza spuntiamo la casella Abilita accesso automatico e selezioniamo il nostro utente.

    Impostiamo al pc un IP fisso configurando la scheda di rete lan cablata:
    ho aperto le impostazioni di rete, cancellato auto eth0 e creato una nuova connessione chiamata connessione cablata 1.
    ho messo il MAC address della scheda di rete e i flag su connetti automaticamente e impostazioni di sistema.
    nella scheda ipv4 settings ho messo "manuale" e aggiunto la configurazione con questi parametri “esempio”

    address 192.168.1.120
    netmask 255.255.255.0
    gateway 192.168.1.1
    dns servers 192.168.1.1

    ho chiuso e mi è stata richiesta la password di amministratore ed ho flagato la casella ricorda autorizzazione

    o la wlan: qui c’è da inserire la chiave WAP x la rete o altra protezione richiesta, una volta confermata Ubuntu richiederà di inserire una password per il
    portachiavi predefinito……NON METTIAMO NIENTE! E CONFERMIAMO SENZA PASSWORD,
    altrimenti ad ogni riavvio saremo obbligati ad inserirla, mentre così facendo il pc si riavvierà e all’attivazione della wlan funzionerà tutto correttamente con i parametri di rete che abbiamo impostato fissi.

    - Scarichiamo l’ultima CCcam disponibile e scompattiamo il file che contiene un po’ di tutto.
    - Copiamo il file CCcam.x86 nella nostra cartella home/nostra_user_ID
    - apriamo il terminale e diamo chmod 755 al file con il seguente comando chmod 755 CCcam.x86
    -da terminale eseguiamo sudo nautilus diamo invio, ci viene richiesta la password, e si apre
    l’applicazione che ci consente di gestire in modo grafico i file nel file system
    - nella cartella var creiamo altre 3 cartelle
    var/etc
    var/keys
    var/scce

    SE USIAMO LO SMARGO smartreader+ (controllare che abbia il kernel settato su normal e non dreambox)
    - all’interno della cartella etc mettiamo il file CCcam.cfg
    SERIAL READER : /dev/ttyUSB0 smartreader+
    SMARTCARD CLOCK FREQUENCY: /dev/ttyUSB0 6860000

    SE USIAMO LO Smartmouse settato come Phoenix
    - all’interno della cartella etc mettiamo il file Cccam.cfg configurato a dovere e per la lettura con smartmouse settato come Phoenix su com1, il quale deve contenere la riga
    PHOENIX READER PATH : /dev/ttyS0 = com1 phoenix

    -chiudo tutto e provo ad eseguire da terminale questo comando ./CCcam.x86 –dv
    -se va, si vede la cccam lavorare!!!!
    -se si vuole avviare in automatico la Cccam:
    -Sistema->Preferenze->Sessioni e aggiungiamo il nostro programma Cccam.x86 inserendo alla voce Comando il percorso del file che lancia il nostro software.
    -e la CCcam parte in automatico.

    Se voglio accedere da remoto al pc server devo configurare:
    Sistema>Preferenze>Desktop remoto e vado a spuntare tutte le caselle tranne quella che richiede conferma e nella casella password inserisco quello che voglio.
    Adesso da altri pc ubuntu posso accedervi con Visualizzatore di desktop remoti e da pc windows vi accedo con TightVNC Viewer , sul router bisogna aprire la porta 5900 all’indirizzo del server e chiaramente è necessario registrarsi su DYNDNS se si ha l’IP dinamico.
     
    Zuletzt bearbeitet: 5. Juni 2010
    #9
  11. [-SONIC-]
    Offline

    [-SONIC-] Chef Mod

    Registriert:
    22. August 2009
    Beiträge:
    1.872
    Zustimmungen:
    720
    Punkte für Erfolge:
    113
    Ort:
    Planet Erde
    AW: Sharing con il DM 500+ con 3 Clienti in casa

    Non capisco perke ancora vuoi perfora avere un "ubuntu Server" o a ke ti serve un Server? Se dici ke ancora non sai niente di come funziona tutto questo, ake ti serve un Server?

    Prendi il tuo Ricevitore come Server, per i tuoi amici abasta e avanza ;-)
     
    #10

Diese Seite empfehlen